precisazione

MEMO

Cliccando sul titolo del post si apre lo spazio per commentare

venerdì 18 giugno 2021

Contrasti parte due

parte due

Un modello funzionale perfetto che tutto l'Universo rispetta e utilizza per espandersi e crescere e dove l'essere umano è un favorito essendo dotato di libertà di scelta che gli permette di percorrere situazioni diverse per avere maggiori possibilità in tempi minori rispetto a tutto il resto.
Questo però ha un suo meccanismo ben definito, è il ritorno in forma speculare dell'azione prodotta in modo da poter comprendere velocemente l'effetto che una determinata scelta produce, ancora due componenti che ne generano una superiore , azione e reazione, o ritorno non cambia, che generano esperienza e quindi comprensione della scelta fatta che permette di accedere alla fase successiva.

Questo meccanismo non è altro che quello delle ottave musicali che salgono di tono all'infinito, ma contengono sempre le stesse note che sono solo salite di frequenza o vibrazione e se per le note possiamo definirla una questione meccanica, per l'essere umano, salire di tono è una questione di scelte individuali, scelta ,azione,reazione, comprensione e passaggio al tono successivo, tutto rispondente sempre allo stesso modello dell'origine e dove noi siamo la variabile che fa la differenza., ma attenzione se nelle mie scelte non sono equilibrate, contamino l'ambiente che mi circonda essendo composti dalla stessa energia e modello.

Non si può sfuggire alle funzionalità del modello, posso scegliere come percorrerlo, dove passare o come usarlo, ma alla fine se voglio passare alla fase successiva la somma delle scelte deve essere pari a zero, ovvero in perfetto equilibrio algebrico, e senza l'equilibrio/unione delle due componenti non si può generare la successiva.
Il perfetto equilibrio delle due componenti che si compensano e azzerano per sostenere la Via centrale del cammino, perchè lo scopo ultimo di quel cammino e arrivare alla meta senza bagagli, sono i viaggiatori distratti che tornano indietro a prenderli.

In pratica la vita è come una bicicletta, devi pedalare per andare avanti e stare sempre in equilibrio per non cadere, ma se ti fermi cadi e se appoggi i piedi per non cadere non vai da nessuna parte.

eleon



#acquachiaranet.com © 2021 



giovedì 17 giugno 2021

Contrasti parte uno

 

Contrasti apparenti


La guerra non avrà mai fine, prenderà molte forme, percorrerà i piani e i mondi, ma sempre sarà lo scontro tra Luce e ombra generato dall'ambizione del potere di chi segue la sinistra via dell'oscurità senza accettare o rendersi conto che non potrà mai averlo quel potere, l'azione prevaricatrice sempre sarà generatore di squilibrio e conseguente contrasto tra le parti che compongono la dualità della materia.
Tuttavia nel principio resta comunque terreno per una scuola evolutiva che si manifesta su tutti i piani e i mondi, sia all'esterno che nella battaglia contro se stessi, il modello è sempre lo stesso, le due parti che ne compongono l'aspetto in conflitto tra loro perchè una di esse vuole prevale e spezza quell'equilibrio di azione comune che permette di generare Creazione.
IL modello creatore è nato con l'origine stessa del tempo, due componenti sostenute da una Unica energia che unite creano la materia, un vincolo di composizione inscindibile che permea l'intero Universo materiale permettendogli, non solo di esistere, ma di espandersi in continuazione generando tutte le forme e composizioni possibili e dove l'infinitamente piccolo si aggrega in composizioni duali ripetendo la sua natura di modello base.
In pratica ciò che fa funzionare una particella e lo stesso che fa funzionare l'Universo intero in quel principio di goccia e mare che sono la stessa identica cosa.

La mente umana perfettamente adeguata alla funzionalità pratica fatica a concepire il principio che una goccia sia goccia e allo stesso tempo sia anche il mare che la contiene, così come il mare è anche la goccia che lo compone e nell'insieme sono la ripetizione, continuazione del modello iniziale di tutto il sistema.
Insisto sul discorso del modello funzionale perchè tutto ciò che è materia non può esistere senza averlo come riferimento di espansione, evoluzione, ogni cosa che esiste nell'universo materiale è solo la ripetizione del modello precedente e dato dell'esperienza che le aggregazioni maturano nella pratica dell'azione.

Nulla può essere esente da questo concetto, atomo (aggregazione di elettroni), pianeta (aggregazione di atomi) galassia (aggregazione di pianeti) Universo (aggregazione di galassie) nulla è cambiato strada facendo si è solo composto in modo diverso crescendo, e sempre di unione si tratta, l'unione di aggregati duali che uniti generano la forma successiva e non pensiamo che quella che consideriamo vita non sia soggetta allo stesso modello iniziale,due parti si unisco per generarne una terza, non lo sono nemmeno le situazioni o gli eventi, perchè sarà sempre una aggregazione di situazioni a creare l'evento successivo.

eleon




#acquachiaranet.com © 2021




mercoledì 16 giugno 2021

il tempo

primo post della nuova veste

§

Il tempo corre in fretta, sembra non aver fine ma un giorno,
per il corpo che lo percorre si fermerà . . .
fa parte del gioco che è stato accettato venendo qui ,
però possiamo farne una fine ma anche
un grande inizio attraverso altri sentieri verso casa.


eleon






#acquachiaranet.com © 2021

Un tempo lontano

 

15 APRILE 2020

Un tempo lontano


In un tempo lontano l'armonia era la Regina di questo mondo,tutti la riverivano e la rispettavano, nessuno mai avrebbe pensato di poter vivere senza di lei, nei cicli dei tempi i ricordi si perdono come sabbia portata via dal deserto, finiti gli ultimi che la ricordavano più nessuno ne parlò e lo stridere dell'egoismo inizio a serpeggiare sulle strade del pianeta, più nessuno sapeva apprezzare ciò che aveva e l'invidia fece desiderare le cose che avevano gli altri e sostenuti dall'arroganza tutti cercarono di arraffare quello che potevano senza preoccuparsi ne di chi era ne di quali conseguenze avrebbe creato.

La cosa dilagò portando desiderio di potere, i peggiori sostenuti dalle trame oscure si arrogarono il diritto di potere in funzione di sconosciute verità, non fu difficile prendere il potere su sprovveduti e non istruiti uomini costretti a riverire e sostenere queste classi di potere, ci volle molto per poter creare un antagonista ma uno sparuto gruppo di uomini cerco i dettami della Luce per poter contrastare chi dell'oscurità aveva fatto la sua ragione di vita, i cristalli crescevano reggevano le necessità energetiche di quel popolo, le opposizioni crescevano così come la potenza dei cristalli.

Qualcuno preoccupato avendone la possibilità cercò di insegnare la conoscenza a chi non avrebbe dovuto averne accesso sfidando il potere per riportare l'equilibrio ma per gelosia fu tradito e nell'intento di distruggere i sacerdoti della Luce si usarono i cristalli e quel mondo non esiste più.

Gli eventi sono ciclici e non si esauriscono in un solo tempo, seguono gli attori lungo il cammino delle loro vite ripetendo situazioni mai pareggiate aggiungendone delle nuove, ma questo non può avere un tempo infinito, ci sono cicli più ampi che finiscono e vanno chiusi dagli stessi attori che li hanno iniziati, chi ha creato il gioco deve chiuderlo e non importa in quale campo fosse, è responsabilità di tutti farlo, nessuno escluso.

Non è una favola a lieto fine, è un impegno che va risolto e basta, nel prossimo ciclo del pianeta non ci sarà più possibilità di farlo e ognuno pagherà i costi del suo livello di mancanza


eleon



#acquachiaranet.com © 2021

Atlantis

03 FEBBRAIO 2009

Atlantis


......ho ancora negli occhi quel cielo in fiamme,
com'è possibile che esseri dotati di coscienza
abbiano tanta ambizione di potere ?

Ora stringono nelle loro mani solo un pugno di cenere,
ma quanto dolore è stato creato per avere quella
inutile cenere, lo sapevano bene che non si poteva usare
quei cristalli così modificati, troppo potenti e nessuno
poteva immaginare la loro energia, eppure
non hanno esitato a servirsene distruggendo tutto e
quella terra, quel potere, che tanto volevano
ora non c'è più.
Hanno solo ottenuto di costringere un gran numero
di anime a tornare molte volte ancora in questo piano,
dimenticando ogni volta la loro essenza.

Mi si stringe il cuore nel vedere quel fiume silenzioso di
persone che percorrono la stretta gola che ci separa
dal deserto, sarà un lungo cammino, ma bisogna portarli via,
qui non c'è più nulla, ancora una partenza,
ancora un'incognita, questa volta non sarà facile,
si legge la disperazione sui volti di chi è riuscito
a conservarsi la vita.

Non abbiamo più guerrieri, come l'altra volta, ora sono
pochi esseri stanchi e amareggiati e mezzi
non ce ne sono, saremo costretti a camminare a lungo
per raggiungere un luogo che possa sostenerci,
permetterci di ricominciare, questo pianeta è prodigo
ma percorrerlo a piedi e senza risorse è molto vasto,
è difficile in questi termini conservare la speranza
ma sopratutto riuscire a ridarla a chi ha visto
passargli addosso tanta ingiustizia creata da
pochi individui assetati di potere materiale.

Altre colonne si sono mosse in direzioni diverse,
come la nostra,non sono molti i Sacerdoti
a guidarle,questa separazione non aiuta, pochi sanno
e non sanno tutto, l'insegnamento resterà frazionato.
E' difficile non chiedersi quanto tempo ci vorrà,
secoli di evoluzione sono stati cancellati in pochi minuti,
troppe memorie perse e molti sacerdoti delle tenebre
ancora in attività, anche loro riusciranno
a nascondersi tra queste genti in cammino continuando
ad impedire a chi li segue di essere libero
di comprendere e scegliere.

Non è facile combattere con i sentimenti,
ma l'Amore che ci ha sempre portati ovunque servisse,
non è mai cambiato e non si può nascondere
un sottile dolore che fa tremare il cuore nel vedere ancora
una volta la possibilità di tornare a casa che si allontana.

Forse non abbiamo mai pensato seriamente di farlo,
le figlie dell'uomo sono molto belle e sanno scaldare
il cuore dei guerrieri lontani da casa,
è tutto diverso nella materia, anche le nostre compagne
hanno ceduto alle sue lusinghe, non sarà facile staccarsene,
solo il tempo permetterà di ritrovare il giusto equilibrio.

E' il momento di partire, l'ultimo gruppo ha incominciato
ad attraversare il passo e noi resteremo dietro a
veder che nessuno si perda lungo il cammino,
come sempre a protegger le spalle di chi ha nel suo
cuore la fede nella vita, sostegno e volontà di viverla
comunque come il dono più grande che si possa ottenere
dall'Universo in unione con
Colui che per Amore lo ha creato.........


#acquachiaranet.com © 2021




dialoghi impossibili


06 MAGGIO 2008

dialoghi impossibili


ma,da dove vieni?

non lo so, qui ne ho perso memoria, vedo
qualche volta immagini di una brutta guerra
forse quel mondo non c'è più e la vita che
lo reggeva è stata distrutta.

ma è possibile un guerra cosi terribile ?

forse si, ma i pensieri che costruisco oggi non
mi danno la possibilità di comprender appieno
quello che è accaduto, questa mente è limitata

limitata, ma non ci serve per vivere ?

si senza non si potrebbe, ma non sa collegarsi
oltre i confini del tempo, percepisce a tratti ma
non riesce a costruire l'intero disegno che si
perde oltre quel confine fatto di mondi lontani.

non sappiamo se esiste altra vita ?

si è vero, è sempre la mente limitata però
se potesse andare oltre i suoi limiti forse
lo saprebbe o potrebbe comunicare
con le altre forme di vita

e se fossimo solo noi?

quanto spazio sprecato per pochi uomini
ma non è detto che necessariamente siano
come noi, anche la Madre Terra è un essere
vivente cosi come tutto il Cosmo

pensi sempre alla vita su quei mondi ?

come potrei ignorare i frammenti di un sentire
che mi rende spesso straniero a me stesso
e su questo mondo che non sempre riseco a
vedere come la fonte della mia origine, forse
sono solo fantasie di questa mente limitata.




#acquachiaranet.com © 2021

una notte del 2006

 

23 MARZO 2008

una notte del 2006


In queste notti apparentemente silenziose la tristezza
popola il mio cuore che nel silenzio ascolta il fragore
di una battaglia imponente, alta nel cielo di questa
Madre Terra consunta dalla stanchezza, troppo fragile
in questo difficile momento di transizione.
Ma l'essere umano è troppo impegnato a pensare a se stesso
e alla sua piccola vita, nel suo egoismo non riesce a rendersi
conto di quanto sta accadendo intorno a lui, non comprende
che è solo una piccola goccia in un mare immenso, fatto di
altre piccole gocce come lui, tutte legate nella sopravvivenza
del mare intero, non si rende conto di quanto potrebbe esser
breve l'esistenza di goccia rimasta sola senza un mare che
la contenga.
Questo piccolo pianeta è un posto gioioso e la vita percorre
grandi spazi evolutivi non raggiungibili in altre dimensioni,
è una immensa fortuna poter vivere parte dell'esperienza in
questo pianeta, la fisicità che lo permea non ha eguali in
nessun'altra dimensione.

Poderosi vascelli e grandi Cavalieri son giunti da lontane stelle,
si stanno impegnando, sacrificandosi nella difesa di questo
piccolo pianeta verso il mondo esterno, affinché possa progredire
senza interferenze che non sarebbe in grado di sostenere da solo.
Il mio pensiero spesso va a questi Esseri, capaci di immenso
Amore verso un uomo che non ama nemmeno se stesso,
tanto da obbligare Grandi Anime che ne conoscono il valore, ad
impegnarsi per la sua sopravvivenza futura.

Che il Grande Governatore del Tutto possa dar forza ai suoi
Bianchi Cavalieri impegnati in questo difficile compito.

Mi auguro che venga un tempo in cui le silenziose stelle
potranno cantare le glorie degli uomini che hanno saputo,
in un tempo difficile, salvare se stessi.



#acquachiaranet.com © 2021